SI COBAS: ARRESTATO ALDO MILANI (SI COBAS). MOBILITAZIONE NAZIONALE NELLA LOGISTICA

Pubblicato: 27 gennaio 2017 in Notizie e politica, Senza categoria
Tag:,

http://www.radiondadurto.org/

C3LEzRSWAAA9j1S-1.jpg

AGGIORNAMENTO POMERIGGIO – Nel primo pomeriggio conferenza stampa del sotto il carcere di Modena, dove si trova rinchiuso Aldo Milani, portavoce nazionale Si.Cobas, e fuori dal quale da stamattina, venerdì 27 gennaio, è in corso un folto presidio di diverse centinaia di facchini, driver, lavoratori iscritti Si Cobas e solidali.

Ieri, giovedì 26 gennaio 2017, nel tardo pomeriggio, la polizia ha dichiarato che avrebbe fermato Milani e una seconda persona dopo un tavolo di trattativa nella sede di un “grande gruppo attivo” nella lavorazione delle carni. Si tratta della Alcar 1, della famiglia Levoni di Castelnuovo Rangone (Modena). L’operazione poliziesca parte dalla denuncia degli stessi Levoni.  L’accusa è estorsione aggravata e continuata nei confronti della Levoni.

L’audio della conferenza stampa del Si Cobas, registrata per noi da Marco, compagno del laboratorio Crash! di Bologna e lavoratore iscritto al Si Cobas. Ascolta o scarica qui.

Clicca qui invece per un primo video dal presidio

Clicca qui poi per un secondo video dal presidio

AGGIORNAMENTO MATTINO – La Questura di Modena sostiene di avere arrestato due sindacalisti Si. Cobas. In realtà sono uno dei due è dei Si.Cobas, si tratta di Aldo Milani, portavoce nazionale del Si.Cobas, come confermato dal sindacato di base. L’altro, invece, viene identificato dal sindacato di base e conflittuale, particolarmente attivo nel settore della logistica, con il responsabile di un consorzio di cooperative, il consorzio Lord, con cui  i Si.Cobas si sono più volte scontrati in altre vertenze, come a Piacenza. A raccontarlo ai nostri microfoni iscritti e attivisti Si.Cobas da Modena. Ascolta o scarica qui.

Di seguito, invece, l’avvocata Marina Prosperi, legale di Milani, incontrato oggi, venerdì, in carcere. Ascolta o scarica qui.

Secondo le agenzie di stampa, che riportano le veline della Questura, i due sono stati arrestati ed accusati di estorsione aggravata e continuata nei confronti dell’azienda Levoni. Secondo il teorema della Procura di Modena i due sarebbero stati fermati “poco dopo aver incassato parte di una somma di denaro che era stata estorta” per, sempre secondo la ricostruzione giudiziaria, “calmierare le attività di protesta e picchettaggio nei confronti delle aziende del gruppo”.

Il sindacato di base invece denuncia in un comunicato una “escalation repressiva senza precedenti: lo stato dei padroni, non essendo riuscito a fermare con i licenziamenti, le minacce, le centinaia di denunce, i fogli di via, le manganellate e i lacrimogeni una lotta che in questi anni ha scoperchiato la fogna dello sfruttamento nella logistica e il fitto sistema di collusioni e complicità tra padroni, istituzioni e sistema delle cooperative, ora cerca di fermare chi ha osato disturbare il manovratore”. Sempre nella nota il sindacato di base annuncia di voler rispondere “con l’unica arma che gli operai hanno a disposizione: l’autorganizzazione e la lotta”.

Proclamato quindi lo stato di agitazione in tutti i luoghi di lavoro dove è presente il sindacato, e si invita anche le reti di simpatizzanti e solidali a mobilitarsi nelle iniziative contro la repressione e per chiedere la liberazione immediata di Milani. Scioperi a scacchiera già dalla notte che hanno coinvolto le città di Roma, Milano, Piacenza, Pavia, Bologna, Parma, Brescia e Desenzano del Garda, mentre fuori dal carcere di Modena è stato allestito a oltranza un presidio di solidarietà. Solidarietà ai Si Cobas e ad Aldo Milani è arrivata anche da numerose realtà di movimento e dall’Adl Cobas, sindacato di base e conflittuale attivo in particolare nell’Emilia Romagna, Nord Est e Marche (qui il comunicato)

Il collegamento con Davide responsabile comunicazioni Si Cobas.
Ascolta o scarica l’intervista

Dal presidio solidale di Modena il collegamento con Alessandro responsabile Si Cobas Milano.
Ascolta o scarica l’intervista

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...