STRAGE DI PIAZZA LOGGIA: IL PUNTO SUL PROCESSO TRA MOTIVAZIONI CHE NON ARRIVANO, RICORSO IN CASSAZIONE E NUOVO STRALCIO

Pubblicato: 26 maggio 2016 in Notizie e politica, Senza categoria
Tag:, , ,

bomba-loggia http://www.radiondadurto.org/ – Verso il 42esimo anniversario della strage fascista e di stato di Piazza della Loggia del 28 maggio 1974 vi proponiamo un approfondimento dedicato al processo che nel luglio del 2015 ha sentenziato, in appello, i primi e unici due colpevoli individuati fino ad ora per quella bomba fascista che provocò 8 morti e oltre 100 feriti.
Ci sono voluti 12 processi e 5 istruttorie in 42 anni per giungere all‘ergastolo per Carlo Maria Maggi, leader di Ordine Nuovo nel Triveneto e Maurizio Tramonte, informatore del SID, la famigerata fonte tritone
A dieci mesi di distanza però le motivazioni della sentenza di appello, alla quale la Cassazione aveva rimandato, non ci sono ancora. Inoltre la verità giudiziaria emersa con queste due condanne è parziale, come già abbiamo raccontato a suo tempo.
Nel frattempo però potrebbe giungere in futuro un nuovo ribaltamento in Cassazione, ma aggiungersi anche altro: uno stralcio del processo potrebbe infatti attribuire a fascisti e apparati dello stato nuove responsabilità in futuro.
Parliamo di tutto questo con Federico Sinicato, avvocato di parte civile al processo, e Saverio Ferrari, giornalista e dell’osservatorio democratico sulle nuove destre. Ascolta o scarica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...