ROMA.. Accerchiamo l’Ambasciata turca : Respingiamo l’accordo Ue-Turchia , cronaca della giornata di mobilitazione (VIDEO)

Pubblicato: 1 maggio 2016 in Notizie e politica, Senza categoria
Tag:, , , ,

Accerchiata ambasciata turca con tende, filo spinato, lancio di uova e immagini della tendopoli di Idomeni.

L’iniziativa è la terza tappa di un percorso iniziato con la marcia Overthefortres a Idomeni e proseguito con la manifestazione del 3 aprile al Brennero, contro la chiusura del confine italo-austriaco.

Cronaca della giornata di  http://www.globalproject.info/ 

15.15 – Enorme scritta “No Borders” fatta sotto la sede dell’ambasciata britannica contro le politiche di estrema chiusura attuate dalla Gran Bretagna nell’ultimo periodo.

14.40 – Lancio di uova di vernice sull’amasciata turca nonostante l’enorme schieramento di Polizia. Una grande scritta “Erdogan terrorist” viene fatta sotto l’ambasciata.

reti

14.20 – Una ventina di tende vengono attaccate alle grate posizionate dalla polizia per proteggere l’ambasciata.

14.15 – Un migliaio di persone continuano l’accerchiamento all’ambasciata turca, dichiarando una zona rossa  per isolare i signori della guerra, del terrorismo di Stato e delle deportazioni di massa dei migranti.

14.00 – Inizia l’accerchiamento dell’ambasciata. Sulla via che precede l’ingresso viene installato un blocco di filo spinato simbolo della chiusura dei confini.

13.52 – Una parte del corteo effettua una piccola deviazione per posizionare le tende che simboleggiano il campo di Idomeni.
La polizia protegge l’ambasciata con reti, defender e decine di uomini in assetto antisommossa.

13.40 – Il corteo è partito. Comincia attacchinaggio di fotografie che ritraggono la vergogna di Idomeni.

13.30 – Il corteo sta per partire. Dal camion si susseguono interventi che chiedono di interrompere immediatamente i rapporti von il terrorista Erdogan. Mentre si manifesta a Roma in Turchia ci sono già notizie di morti e feriti nel corso delle iniziative che si tengono per il 1 Maggio.

ore 13.25 – Primi interventi dal camion dov’è iniziato il concentramento. SI parla del ruolo della Turchia negli attuali scenari di guerra in Medioriente e la costante repressione attuata dal governo Erdogan nei confronti degli oppositori politici e del popolo curdo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...