“PoliziaPound”: Se lo Stato promuove, l’Antifascismo boccia CasaPound!

Pubblicato: 4 febbraio 2016 in Notizie e politica, Riflessioni, Senza categoria
Tag:, , , , ,

12695757_10206951183451358_487061364_n

I fascisti sono stati, sono e saranno sempre servi dei servi!
I fascisti sono stati, sono e saranno sempre protetti dallo Stato!

Non c’è nulla da meravigliarsi per l’informativa della Direzione Centrale Polizia di Stato trasmessa al tribunale di Roma, dove è in corso una causa civile tra la figlia di Ezra Pound e il movimento di estrema destra CasaPound, sulla definizione del gruppo neofascista Casa Pound che “tutela le fasce deboli, difende l’occupazione” e che “la violenza è sempre colpa dei Centri Sociali.
Nonostante che: L’apologia del fascismo è un reato previsto dalla legge 20 giugno 1952, n. 645 (contenente “Norme di attuazione della XII disposizione transitoria e finale (comma primo) dellaCostituzione“), anche detta Legge Scelba, che all’art. 4 sancisce il reato commesso da chiunque «fapropaganda per la costituzione di un’associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità» di riorganizzazione del disciolto partito fascista, oppure da chiunque «pubblicamente esalta esponenti, principi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche».
Ma è dallo sbarco degli americani in Sicilia, previo accordo con la mafia italo/america, dal Piano Marshall,  da Portella delle Ginestra con il bandito Salvatore Giuliano, dalla trattativa stato mafia degli anni ’90 fino a Mafia Capitale, che il binomio mafia corruzione, di democratica cristiana concezione, dopo l’abbattimento del fascismo che la storia della nostra Repubblica è stata ed è condizionata dalle logge massoniche, dalle organizzazioni eversive e i sistemi politico finanziari paralleli che fanno da sfondo al peggio dei tragici avvenimenti in Italia.
In questo inquietante e costante intreccio storico, risulta essere così palese la funzionalità e/o servilismo della destra  stragista e golpista (Piazza Fontana, Brescia, treno Italicus, stazione di Bologna) con la copertura dei servizi segreti nazionali ed americani, di apparati militari con pezzi di magistratura con/n/vivente,  amalgamate e guidate da  logge massoniche (Gladio-P2-P3 sino a Flavio Carboni, l’attuale consulente politico finanziario della famiglia Boschi) che, contribuendo nel determinare  vari stati paralleli, risultano essere sempre protagonisti nelle varie vicende finanziarie e criminali che non solo rendono sempre fragile la tenuta democratica nel nostro paese ma sono anche responsabili  dell’immiserimento del 80% della popolazione italiana specie nel Sud.
Polizia Pound rientra nella storia atipica “tutta italiana” che si contraddistingue in ambito Europeo e mondiale nell’essere considerata, l’Italia, la nazione più corrotta d’Europa ed ai primissimi posti nelle classifiche dei tristi primati legati alla corruzione, allo sperpero di denaro pubblico, all’enorme indebitamento fattori che impediscono qualsiasi miglioramento delle nostre condizioni socio economiche, specie nel sud.
In questa breve storia o memoria storica tipicamente italiana, perennemente contrassegnata dal connubio politica/malaffare/mafia/destra si racchiude la motivazione del perché in Italia il reddito/salario minimo garantito non verrà mai erogato, in quanto, con tale scelta governativa di civiltà si ridurrebbe del 40% la manovalanza criminale e la sudditanza di intere fasce sociali precarie verso i poteri clientelari forti.
questura-celticaDa Andreotti a Craxi, da Berlusconi a Renzi in questi quasi 70 anni di storia repubblicana, scambiandosi il testimone per il mantenimento dello status quò dell’unicità del “sistema italia” il ruolo dei fascisti, dei razzisti del populismo è sempre utile e funzionale ed è per questo motivo che non c’è da meravigliarsi se sulle pareti degli uffici  della polizia e carabinieri  in bella vista sono appesi i calendari di Predappio.

ORA E SEMPRE RESISTENZA!

Jan Assen

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...