Informativa della polizia in favore di Casa Pound. Protestano Pd e Sel

Pubblicato: 1 febbraio 2016 in Senza categoria

I “fascisti del terzo millennio” descritti come bravi ragazzi. Gli scontri? Colpa della sinistra.
(askanews) – I fascisti del terzo millennio, come amano farsi chiamare i simpatizzanti di Casa Pound, non sono affatto dei violenti, ma agiscono “nel rispetto della normativa vigente e senza dar luogo a illegalità e turbative dell’ordine pubblico”. Gli scontri nei quali vengono spesso coinvolti non avvengono per colpa loro, ma di quello che viene definito “antifascismo militante”. Il sorprendente giudizio viene da un’informativa firmata dal capo della direzione centrale della Polizia di prevenzione, Mario Papa. Un documento ufficiale redatto su carta intestata del Ministero dell’Interno, pubblicato integralmente in formato pdf dal sito Insorgenze.net. Il documento, datato aprile 2015, era stato sollecitato direttamente dal legale dell’associazione di estrema destra per scongiurare una causa civile intentata nel 2011 dalla figlia di Ezra Pound, a tutela dell’immagine e del nome del padre-poeta. La polizia loda addirittura l’impegno di Casa Pound “a tutela delle fasce deboli attraverso la richiesta alle amministrazioni locali di assegnare immobili alle famiglie indigenti, l’occupazione di immobili in disuso”. Viene riconosciuta la presenza di “elementi inclini all’uso della violenza”, ma alla fine la responsabilità degli scontri di piazza viene imputata “alla sinistra radicale, agli ambienti autonomi e quelli anarco-insurrezionalisti”. Il documento ha provocato immediate reazioni politiche. Il deputato del Pd Fabio Lavagno ha presentato un’interrogazione al governo, sostenendo che nell’informativa “si fa ricorso ad un’abile strategia linguistica che tende ad edulcorare i passaggi più scomodi e la natura violenta, di cui è costellata la storia di CasaPound, circoscrivendola esclusivamente all’ambito sportivo. Nel testo non viene mai citato il termine fascismo, ma si usa un sinonimo neutralizzante come ‘Ventennio’, di cui si dà atto della ‘possibilità di rivalutarne gli aspetti innovativi di promozione sociale’. Insomma, mi pare che il ministro Alfano debba delle spiegazioni”. L’esponente di Sel Gianluca Peciola ha ricordato come il documento venga reso noto “a pochi giorni dall’aggressione avvenuta a Napoli, riconducibile a formazioni di destra estrema. Le organizzazioni politiche che si richiamano apertamente al fascismo devono essere sciolte in applicazione delle Leggi Scelba e Mancino”. Uda

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...