CSA JAN ASSEN.. Francesco Caruso presenta “La politica dei subalterni” Giovedì 21 Gennaio

Pubblicato: 20 gennaio 2016 in Appuntamenti, Senza categoria
Tag:, , , , , ,

In occasione della visita all’Università di Salerno in programma per Giovedì 21 Gennaio, dalle ore 19:00 presso il Centro Sociale Jan Assen incontriamo Francesco Caruso che ci parlerà del suo ultimo libro La politica dei subalterni – Organizzazione e lotte del bracciantato migrante nel Sud Europa – DeriveApprodi Editore.

Centro Sociale Autogestito Jan Assen, Via F.lli Magnoni – Uscita Tangenziale Via Irno – Salerno

politica-subalterni-A3-1

Apriamo il nuovo anno con la presentazione del libro di Francesco Caruso La politica dei subalterni – Organizzazione e lotte del bracciantato migrante nel Sud Europa. Introduce Francesco Cittadino dell’Associazione Culturale Andrea Proto, a seguire dibattito con l’autore.
Come possono i poveri, i disoccupati, gli ultimi, far sentire la propria voce nel declino odierno dei regimi democratici? In diversi paesi del sud del mondo, i gruppi subalterni hanno costruito percorsi di governamentalità dal basso, vera e propria «politica popolare», oltre le forme della democrazia liberale. Il libro intende analizzare l’irruzione della «politica popolare» nel meridione del Vecchio continente, presentando i risultati di una ricerca svolta nelle campagne dell’Italia meridionale e dell’Andalusia. L’autore riparte dalle «schiene curve» nei campi per rintracciare le forme più estreme dello sfruttamento, e le esperienze più innovative di autorganizzazione di soggetti la cui apparente invisibilità supporrebbe come unica risorsa la generosità umanitaria. Piuttosto che attendere silenti la compassione altrui, questi invisibili li ritroviamo a occupare le terre, le piazze e le strade delle città, a contrattare e discutere con ministri e multinazionali, a imporre politiche «eccezionali», a ridisegnare in profondità i territori nei quali vivono. L’esperienza del «Sindicato Obreros del Campo» nella provincia di Almerìa e del «Movimento Migranti e Rifugiati di Caserta» nell’area di Castel Volturno, vera e propria capitale nella geografia delle migrazioni, sono i contesti e le esperienze di autorganizzazione del bracciantato migrante sulle quali il libro si sofferma, con l’intento di evidenziare lo spazio crescente della società politica dei subalterni nella postdemocrazia contemporanea.

Indice ed Introduzione del libro
La parte dei senza parte di Carla Panico e Francesco Festa
Incontro UNISA ore 15:00
Incontro C.S.A. JAN ASSEN ore 19:00

Francesco Caruso originario di Benevento, al termine degli studi liceali si iscrive presso l’Istituto Universitario Orientale di Napoli, dove si laurea in Scienze Politiche. Frequenta l’Università di Bologna per portare a termine la tesi di laurea e lì inizia la sua militanza politica.
Nel 2001 fonda con altri “compagni” la Rete meridionale del sud ribelle. Nel marzo dello stesso anno ha partecipato a manifestazioni in occasione di appuntamenti internazionali come quelli di Napoli, in occasione del Global Forum a Palazzo Reale, e del G8 di Genova a luglio dello stesso anno. Nel 2002 è arrestato su ordine della procura di Cosenza, città dove è attiva la Rete meridionale del sud ribelle, con l’accusa di «sovversione, cospirazione politica ed attentato agli organi costituzionali dello Stato». Viene candidato da Rifondazione Comunista alle elezioni politiche del 2006, ottiene al termine delle consultazioni, il mandato parlamentare alla Camera. Perde il mandato alle elezioni politiche del 2008.
Ha subito una condanna in primo grado, ad un anno e 5 mesi di reclusione, per una rapina commessa come “un’iniziativa di autoriduzione” ai danni di un supermercato milanese avvenuta nel 1999, assolto poi in appello. Il 3 giugno 2007 è stato condannato a tre anni e quattro mesi di reclusione per una irruzione da parte di un centinaio di manifestanti No-Global all’Ipercoop di Afragola, venendo nuovamente assolto in appello nel gennaio 2010. Il 24 aprile 2008 la Corte d’assise del tribunale di Cosenza ha fatto decadere le accuse per intervenuta prescrizione, insieme ad altri 12 no global, dall’accusa di “associazione sovversiva e cospirazione contro lo Stato”. Attualmente è iscritto ad un dottorato di ricerca in sociologia politica presso l’Università della Calabria.

C.S.A. Jan Assen (Ex Asilo Politico)
Associazione Culturale Andrea Proto
http://www.asilopolitico.org

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...