Natale in Palestina: tra pacificazione forzata e resistenza

Pubblicato: 26 dicembre 2014 in Palestina
Tag:, , ,

palestina natale

I media ci hanno parlato di un natale tranquillo in Palestina mostrandoci una Betlemme pacificata, ma la realtà è diversa. Televisioni e giornali, che ci hanno mostrato una piazza della natività in festa in attesa dell’arrivo del patriarca di Gerusalemme, si sono dimenticati di parlare delle chiusure militari che la Palestina giornalmente vive. Non solo il vicino muro dall’Apartheid che divide Betlemme e il suo hinterland fatto di campi profughi e numerosi insediamenti dal resto dei territori, ma anche la continua colonizzazione che vivono i territori palestinesi. Il Natale in Palestina non è diverso dagli altri giorni, gli arresti e i bombardamenti non si sono fermati, la libertà minima di movimento è impedita dai check point e dai muri e dalle torri militari. Tutto ciò ha reso queste giornate di festa ben lontane dalla tranquillità presentataci, a Betlemme, a Gerusalemme e in tutti i territori. La vigilia di Natale è stata teatro di scontri di frontiera che a Gaza hanno provocato la morte di un giovane palestinese. Il 25 dicembre sono state eseguite demolizioni ed espropri, ci sono stati scontri e feriti a Nablus e Qalqiliya, incursioni e arresti a Gerusalemme e Betlemme. Dunque una Palestina tutt’altro che pacificata quella che si è vista negli scontri al check point di Betlemme svoltisi contemporaneamente alla messa nella Chiesa della Natività, o quella delle proteste dei profughi per il diritto al ritorno e nella sfiducia generalizzata verso Abu Mazen e la sua svendita dei diritti nazionali. Una Palestina che non accetta lo status quo e che continua a lottare, con buona pace di chi vuole persuadere il mondo che la normalizzazione sia l’unica strada per la pace e di Abu Mazen e dei suoi tanto difesi accordi di Oslo.

Fonte: InfoAut

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...