Video – Tifoso del Deportivo ucciso dai Fascisti del Frente Atletico

Pubblicato: 1 dicembre 2014 in Video
Tag:, , ,

La-policia-acordona-los-alrede_54420386683_51351706917_600_226

E’ morto Francisco José Romero Taboada “Jimmy”, l’uomo ferito in seguito a quello che la maggior parte dei mezzi di comunicazione hanno definito come una “rissa tra tifoserie rivali”. Oggi, in occasione della partita tra il Deportivo de La Coruña e l’Atletico di Madrid, numerosi tifosi si sono dati appuntamento nella capitale spagnola per assistere alla disputa tra le due squadre. Quella che si è verificata oggi è stata una vera e propria aggressione da parte dei tifosi dell’Atletico Madrid nei confronti della tifoseria del Deportivo. Un’aggressione premeditata, portata avanti nei pressi dello stadio Vicente Calderon dove con coltelli e bastoni alla mano i tifosi dell’Atletico Madrid (tradizionalmente di ideologia fascista) hanno ferito almeno 16 persone. L’attacco si è verificato intorno alle 9 del mattino e ha coinvolto numerose persone, tra cui alcune tifoserie antifasciste giunte sul luogo per cercare di fermare l’attacco dei tifosi dell’Atletico Madrid. Jimmy è stato picchiato selvaggiamente e successivamente buttato dagli aggressori nel fiume Manzanares. Quando i sommozzatori sono andati a prendere il suo corpo, il tifoso del deportivo era in stato di ipotermia, con un visibile trauma cranico e un arresto cardiocircolatorio in corso. Portato d’urgenza all’ospedale, Jimmy è stato dichiarato clinicamente morto dopo alcune ore.

Dopo quanto avvenuto, la polizia ha proceduto con l’arresto di 22 persone e l’identificazione di un centinaio di tifosi che si trovavano nel luogo al momento dell’aggressione. Per quanto i media mainstream presentano quanto accaduto come una rissa tra tifosi, non possiamo dimenticarci come gli stessi appartenenti al Frente Atletico (gruppo ultras dell’Atletico Madrid) assassinarono 16 anni fa, in un’analoga aggressione, il tifoso antifascista basco Aitor Zabaleta.

La questione delle tifoserie spagnole d’altronde, hanno delle peculiarità che non possono essere sottovalutate: alcuni gruppi ultras di chiara connotazione destrorsa godono di un’impunità permanente da parte dello Stato spagnolo che preferisce di gran lunga perseguire quelle tifoserie che invece si basano su idee politiche opposte. Il totale stato d’impunità viene peraltro comprovato dall’atteggiamento che assume la polizia in situazioni come quella di oggi: una polizia totalmente complice che sceglie di non intervenire in aggressioni di questo tipo. Ancora una volta, i colpevoli dell’ennesimo assassinio hanno un nome e un volto, mentre la connivenza e il clima mediatico atta a formare un’opinione pubblica distorta dalla realtà dei fatti è facilmente identificabile nell’apparato politico spagnolo che preferisce di gran lunga non assumersi le proprie responsabilità.

Fonte: InfoAut

IL VIDEO DEGLI SCONTRI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...