Caso Cucchi, i familiari vanno avanti: adite Cassazione e Corte Europea

Pubblicato: 2 novembre 2014 in Notizie e politica
Tag:, , ,

10441106_991464714203074_6502154829185602029_n

“Se lo Stato non è in grado di identificare gli autori di questo pestaggio, che è stato riconosciuto da tutti, non ci rimane altro che un’azione civile dei confronti del ministero. Una responsabilità del ministero c’è al di là dell’accertamento delle singole responsabilità”. L’avvocato Fabio Anselmo, avvocato della famiglia di Stefano Cucchi, avverte i giudici che l’accertamento della verità sulla morte dell’uomo, non si limiterà al ricorso in Cassazione. Stando infatti al risultato logico della sentenza di appello, tutto il procedimento sarebbe da rifare in quanto non sono state accertate le responsabilità. L’errore, semmai è aver portato indagini, accusato persone ed esibito prove che non c’entrano molto con la morte di Stefano Cuccni. “Siamo sereni – ha spiegato – non urliamo allo scandalo per questa sentenza ma quello che è uno scandalo è come si è arrivati a questa sentenza e che non sia servita né per identificare l’autore del pestaggio né per dire come è morto Stefano Cucchi – ha detto – Io critico le indagini, lo scandalo che la famiglia urla è per quello che ha dovuto subire. Di fronte a una perizia non idonea, io avrei voluto che la Corte disponesse un supplemento peritale per risolvere i dubbi sulle cause della morte”.  “Appena lette le motivazioni faremo ricorso in Cassazione”, ha aggiunto l’avvocato.

“E’ una magra soddisfazione ma sono contento di avere convinto la famiglia di Stefano ad accettare un risarcimento da parte della struttura ospedaliera, che comunque è un’assunzione di responsabilità”, ha concluso.

Anche Ilaria Cucchi spiega che “il prossimo passo è la Cassazione e la Corte europea. Non è finita qui. Se lo Stato non sarà in gradi di giudicare se stesso, faremo l’ennesima figuraccia davanti alla Corte europea. Sono molto motivata”.

Fonte: CopntrolaCrisi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...