CILENTO: Corisa/4, Casinelli e Riccardi da otto giorni sul tetto. I colleghi rilanciano la lotta e raccontano come si vive da nove mesi senza stipendio

Pubblicato: 5 luglio 2012 in Notizie e politica
Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

“Sono otto giorni che siamo sul tetto, ma oltre alle varie attestazioni di solidarietà che ci sono pervenute, fino a ora fatti concreti non se ne sono visti”. Sotto il sole cocente che brucia i corpi, ma non lo spirito di chi ha voglia di combattere per rivendicare i nove stipendi arretrati e un futuro lavorativo certo, Ettore Casinelli e Alberto Riccardi proseguono la lotta appollaiati sul tetto dello stabilimento del Consorzio smaltimento rifiuti Salerno/4. Da giù gli altri colleghi sostengono i due e cercano di spiegare a coloro che arrivano, superando il cancello “…sempre aperto – tengono a precisare – perché noi vogliamo essere costruttivi e discutere con tutti”, all’interno dello stabilimento come è possibile vivere senza ricevere lo stipendio: “E’ una vita – dice un signore sui 52 anni in pantaloncini corti seduto su una sedia in quel poco di ombra presente nello spiazzale dove sono ammassate decine di balle di cartone da stoccare – che non consiglio a nessuno. Io ho cinque figli e meno male che tutti se ne sono andati al Nord e non pensano proprio più di tornare in questo Cilento sempre più disperato. Non è possibile che devo chiedere ancora i soldi a mia madre per affrontare la quotidianità”. Gli dà ragione una signora che invece si lamenta di come proprio ieri gli scadeva l’affitto di giugno e non sapeva dove andare a racimolare i soldi necessari per pagare la pigione. “Viviamo tutti nella stessa condizione – spiega Nicola Astore che ha resistito tre giorni sul tetto e poi è dovuto scendere per problemi di salute – ma non ci pieghiamo. Proseguiamo nella nostra lotta e anzi nei prossimi giorni la rafforzeremo anche con azioni di forte impatto perché così chi fino a oggi non ci ha degnato di uno sguardo possa capire che i lavoratori del Corisa/4 sono determinati a vedere soddisfatte le loro legittime rivendicazioni”.

Annunci
commenti
  1. francesco ha detto:

    non possona passare anke questo xke le istituzioni fanno passare benaltro vergognatevi sn persone ke vivono di questo pane e voi state attentanto la loro ela nostra vita se nn capite questo andate via xke 1 cosa non siete umani sopratutto non siete politici veri se non capite veramente queste cose e allora devo dire al mio malgrado ke siete vera spazzatura vergogna solidarieta’ a tutti i colleki su quel tetto
    forza ragazzi forse vi brucerete ma nn vi spezzeranno mai nel’anima siate forti noi con voi grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...